da Trips, secondo spettacolo del gruppo
Trips

Laboratorio     "TUTTI IN SCENA"   2001

ITT Andrea Gritti

presenta....

3° premio al concorso di teatro delle scuole, 20 giugno 2001
il premio al concorso di teatro

RADIONOTTE,
TEATRO DA ASCOLTARE
MORIRE ((
         (di  Valentina Semenzato)

Ci sono vari modi di morire, io stessa ho vari modi in cui vorrei morire che sono differenti e mi piacciono a seconda dei perché. Ovvero ogni morte ha il suo perché e il suo come. ..

Uno dei perché è l'amore, o meglio, l'assenza dell'amore. lo sento tanta gente che dice "morire per amore è una gran cazzata!" secondo me queste persone non hanno mai provato il vero amore: travolgente, che ti toglie il respiro, che ti dà un misto di felicità e paura. L' assenza di questo è come far morire una parte del tuo cuore, è come urlare senza che gli altri ti sentano.

Io per l' assenza dell' amore mi eliminerei velocemente, con un colpo di pistola, veloce e indolore; non riuscirei a vivere sapendo che la persona che amo vuole essermi soltanto amica, e che mi parla della sua nuova ragazza come la cosa più bella e più importante della sua vita; morire d' amore è una cosa giusta perché se sei già morto dentro cosa ci fai al mondo?

E se invece volessi morire per nulla? Può sembrare un soggetto stupido ma pensateci. ..: morire per non aver fatto nulla nella tua vita, per non aver provato altro che dolori ed umiliazioni. Dolore per la tua famiglia che ti considera uno 0, un errore della natura, una zavorra da portarsi appresso; dolore ed umiliazioni dai tuoi "amici" che ti considerano come un giocattolo da poter usare come vogliono, che non capiscono la disperazione e il bisogno di avere qualcuno con cui confidarsi, che ti ascolti quando sei in depressione; umiliazioni dei tuoi compagni di scuola o lavoro che ti vedono come una cosa sudicia di cui non ci si puoi fidare, uno che non riesce a svolgere i propri doveri, che non si cura di se stesso e che non è mai stato considerato.

Beh in questo caso, vorrei morire dal tetto di un grattacielo e vedere il mondo, che non mi ha dato nulla, dall'alto venire sempre più vicino a me fino a baciare l'asfalto per la prima e l'ultima volta.

 

é finito lo spettacolo...APPLAUSI PREGO!
inchino finale

Michele Favaro
primi attori e primedonne

scena da Trips
danza

 

UNA BOCCATA DI FUMO
                  ( di Michele Favaro)

Barcolla un nano sopra il divano,
si siede accende un sigaro e fuma.
Si chiede, mentre il fumo tiene, -
"se soffocassi, qui, in questo momento?”
Spavento!, rimane ad occhi sbarrati

E poco distante giunge un lamento -
"Di un uomo, non più giovare, imbavagliato
in un sacco rinchiuso e legato".
Immobile il nano, le labbra non chiude,
il sigaro è fermo in mano.
-"l 'uomo più non geme". il nano teme.
La mente è un turbinio di scene insanguinate;
ma torna dall'oblio, e posto ad orecchie sbarrate:
-"nessun rantolio!"

-"che fosse il turbamento dello spavento
pensando di soffocare qui in questo momento?”
e mentre il pensiero compiva il giro
pensò bene di riprendere il respiro,

quando dal lato sinistro del proprio divano
un leggero fruscio arrestò il nano
e assieme al fruscio lui sentì una presenza.
Il senso glielo suggeriva, il sesto per la
Precisione, ma senza senso pareva ogni decisione.
Immobile, -"si nessun gesto è la soluzione”.
Visto che della presenza non sapeva la reazione.
Nella sua immaginazione già vedeva un sudicio omone
Sferrargli in testa un colpo di bastone.

Cosicché perso a pensare al pazzo,
con il sigaro spento da un pezzo,
con il corpo tutto angustiato,
scordò di riprender fiato.
Serrò gli occhi, abbassò il mento  
E soffocò li in quel momento.
Se ne andò nel silenzio, senza un lamento.
Adagiandosi sul cuscino senza un fruscio.

Era notte, nelle stanza buia nemmeno un ronzio.
Se ne andò e non s' accorse nessuno
Forse perché non si vide nemmeno
Una boccata di fumo.

RADIONOTTE,
TEATRO DA ASCOLTARE

 

Autore: Emanuele Pasqualini

Regia: Emanuele Pasqualini

Collaborazione: Michele Favaro

Coordinatore: Prof. A. Marchiori

Durata: 60 minuti

il regista Emanuele Pasqualini
il regista.

INTERPRETI:

Valentina Semenzato

Lisa Albertani

Francesca Salvato

Tiziana Gobbo

Chiara Dalla Grana

Michele Favaro

le primedonne
lle primedonne

scriveteci a segreteria@istitutogritti.it

aspiranti attori ed attrici : ci riuniamo tutti i giovedì alle ore 14 in aula magna d'istituto per provare, provare, provare...